il calcare fa male

Il calcare fa male? Scopriamolo insieme!

L’acqua che arriva nelle nostre case, soprattutto in alcune città, è molto “dura”, ossia contiene alte percentuali di minerali disciolti, fra cui il calcio, che ad alte temperature tende a formare il carbonato di calcio, meglio conosciuto come calcare. Bere acqua dura fa male? Oggi scioglieremo qualche dubbio in proposito.

Calcare nell’acqua: a chi fa male?

Molte sono le leggende metropolitane che riguardano il calcare e la nostra salute. Un tempo si credeva che bere acqua cosiddetta “calcarea” facesse male, soprattutto perché si pensava favorisse la formazione di calcoli renali.

Niente di più sbagliato: la formazione dei calcoli dipende da molti fattori, fra cui anche la predisposizione individuale e familiare, ed è scientificamente dimostrato che l’assunzione di acqua contenente calcio non è assolutamente fra questi.

L’acqua dura quindi, non solo non fa male, ma contiene molti minerali indispensabili per mantenere un buono stato di salute, che aiutano a prevenire patologie come l’osteoporosi e le malattie cardiovascolari.

Purtroppo però, come in tutte le cose esiste un rovescio della medaglia: il calcare, innocuo per la nostra salute, non lo è altrettanto per impianti ed elettrodomestici.

Il calcare, cioè il carbonato di calcio, ha una spiccata tendenza a depositarsi sulle superfici con cui viene a contatto, formando la patina bianca e dure che tutti ben conosciamo.

Purtroppo il problema non è solo estetico:

  • Il carbonato di calcio si deposita nelle tubature, ostruendole e corrodendole.
  • Ha una spiccata tendenza a depositarsi sulle resistenze di grandi e piccoli elettrodomestici (caldaie, scaldabagni, lavatrici ecc…), compromettendone il funzionamento e causando un picco nei consumi energetici (il calcare ha un grande potere isolante).

Una volta che formatosi, eliminarlo è complicato e dispendioso; la strategia migliore sarebbe quella di contrastarne la formazione. Ma come?

il calcare fa male elettrodomestici

Dispositivi anticalcare IPS: il futuro a portata di mano.

ITS Todini, azienda leader da più di 40 anni nel settore idrosanitario, distribuisce in esclusiva IPS, considerato uno dei migliori dispositivi anticalcare in commercio, in grado di prevenire la formazione di carbonato di calcio nelle reti idriche domestiche.

Il funzionamento di IPS è molto semplice e allo stesso tempo innovativo, e si basa sul trattamento galvanico dell’acqua, che non cambia la composizione chimica dei sali disciolti, ma ne altera la struttura fisica.

Gli speciali elettrodi all’interno di IPS sprigionano un campo di forza che modifica il reticolo cristallino del carbonato di calcio (CaCo3), trasformandolo in aragonite (CaCo3), che ha la stessa formula chimica ma diversa struttura fisica, che non tende a depositarsi negli impianti.

il calcare fa male ips kalyxx

Molteplici i vantaggi dati dall’utilizzo di IPS anticalcare, dotato di elettrodi in argento ad azione antibatterica:

  • Riduce l’accumulo di calcare anche del 75%
  • Non necessita di manutenzione
  • Non prevede l’uso di additivi chimici
  • Non necessita di alimentazione esterna
  • Non essendo un addolcitore, non elimina dall’acqua tutti quei minerali così preziosi per la nostra salute.

Per ulteriori informazioni su questo innovativo dispositivo (che può essere installato direttamente all’ingresso della rete idrica o a monte di ogni elettrodomestico) non esitate a contattarci: saremo lieti di chiarire ogni dubbio.